Atletico Uri: mina vagante in grado di battere le più accreditate

Focus sullo stoico Atletico Uri al terzo anno consecutivo tra le grandi della D: segue l'approfondimento dettagliato sul club sardo
31.01.2024 11:30 di Vincenzo Pio Di Mauro   vedi letture
Atletico Uri
Atletico Uri

Domenica 4 Febbraio al "Ninetto Martinez" si disputerà Atletico Uri-Cavese, gara valida per la ventiduesima giornata del Girone G del Campionato di Serie D.

La società del Presidente Gianpiero Pilo, ospita le proprie avversarie nell’impianto in erba sintetica (di circa 500 spettatori come capienza totale) ‘’Ninetto Martinez’’ di Uri, nella provincia di Sassari. Il piccolo comune di quasi tremila abitanti rende la compagine giallorossa il fulcro delle attività sportive del Paesino.

Al terzo anno consecutivo, l’Atletico Uri si contenderà il proprio posto nel Girone G. I precedenti due Campionati terminati in quattordicesima posizione, con un leggero miglioramento a livello di punteggio (i 39 del Campionato 2022-23 rispetto ai 34 del 2021-22) dato confermato dal passivo della differenza reti.  Per entrambe le stagioni, il club ha espugnato l’ostico spareggio play-out ai supplementari mediante altrettanti pareggi (lo 0-0 con l’Insieme Formia del 2021-22; il 2-2 con l’Ilvamaddalena del 2022-23).

La costante del club sardo resta Massimiliano Paba, tecnico capace di rendere concreta la salvezza in Campionato dei propri ragazzi per due stagioni di seguito.

L’Atletico Uri, comunque, può fare importante affidamento sul blocco guidato da Simone Ravot e Alessio Fadda.

Inoltre, la società giallo-rossa può contare anche su un settore giovanile femminile importante. Quest’anno difatti sono state presentate al pubblico le rose Under 17 e Under 15 femminili, a dimostrazione di come la società sia intenzionata allo sviluppo di tale movimento.

Per quanto concerne la stagione in corso: attualmente la squadra sarda naviga in piena zona per non retrocedere, solo 23 i punti conquistati dopo 21 giornate di Campionato, quanto bastano per essere immersa nella lotta play-out insieme alle altre due colleghe dell'isola (Latte Dolce e Budoni). L'ultima vittoria risale al 19 novembre sul campo del Trastevere, da quel momento in poi, 5 sconfitte e 4 pareggi e solo 4 marcature realizzate, aspetto preoccupante considerando come l'Uri abbia mancato l'appuntamento alla rete in ben sette gare delle ultime nove.

Terzo peggior attacco del torneo e terza peggior difesa (insieme alla Sarrabus): numeri da incubo nonostante, comunque, un avvio positivo sottolineato proprio dalla prestigiosa e inaspettata trasferta vittoriosa di Cava de' Tirreni, la prima caduta degli aquilotti dinanzi al proprio pubblico della stagione ed in particolare i due trionfi consecutivi con Romana e Cassino, attualmente seconda e terza della classe. Un vero e proprio paradosso: l'unica squadra in grado di battere rispettivamente i primi tre club della classifica appaiata nella zona per mantenere la categoria.

Atletico Uri? Squadra da trasferta, ben 15 dei 23 punti raccolti sono avvenuti lontani dalle mura di casa, tutte tra l'altro vittorie significative: dal derby col Latte Dolce alla già anticipata al "Lamberti", poi Cassino e Trastevere, due tra i campi del Lazio più complicati. Rendimento casalingo diametralmente opposto: due vittorie in dieci partite, risultando come la seconda peggior squadra in questa speciale classifica, dunque non proprio un fortino quello sardo.

Attili, Demarcus e Fangwa rappresentano, al momento, i best scorer del gruppo, a 4 gol realizzati.

L’undici tipo della prossima avversaria dei metelliani: Tirelli, Rosseti, Fadda, Piga, Esposito, Barracca, Melis, Attili, Fangwa, Scanu, De Marcus.