Trastevere: occhio ai capitolini, squadra da non sottovalutare

Ai nastri di partenza, il Trastevere risultava tra le più accreditate: un inizio difficoltoso per il club romano malgrado una lieve ripresa...
22.02.2024 16:15 di Ugo D'Amico Twitter:    vedi letture
Trastevere: occhio ai capitolini, squadra da non sottovalutare

Il Trastevere Calcio è una società calcistica, con sede nella città di Roma, rappresentativa del rione romano di Trastevere. 

Fondata nel 1909, inizialmente non vicina al mondo al calcio bensì al ciclismo e al podismo, ottiene l'affiliazione alla FIGC soltanto nell'anno 1925, curiosità: la prima partita dei romani è contro la Lazio terminata 3-3.

Il Trastevere è ben noto per non aver cambiato denominazione negli anni del dominio fascista e durante gli anni della seconda guerra mondiale partecipa ai campionati romani di guerra.

Il Trastevere è famoso anche per aver tesserato all'età di nove una leggenda del calcio italiano come Francesco Totti passato nell'anno 1986 alla Lodigiani, altra società decaduta. 

Nel 2012 l'imprenditore romano Pier Luigi Betturri, assieme al figlio Flavio Maria, decise di riportare il calcio nel rione trasteverino ripartendo dalla 3°categoria. Però nei due anni successivi, la società complice qualche acquisizione di titoli societari altrui (tra cui il Ciampino) nel 2015 partecipa già al campionato d'Eccellenza laziale che vince conquistando la prima storica promozione in Serie D.

Nella stagione 16-17 la società rimane "orfana" dell'allenatore Sergio Pirozzi che non è altro il sindaco di Amatrice, a causa del terremoto del 24 agosto 2016 dovrà necessariamente occuparsi della sua popolazione e quindi rinunciò alla panchina romana per aiutare il suo popolo. Nel corso degli anni la società romana è andata sempre molto vicina alla promozione in Lega Pro, tanti i secondi posti conquistati dalla società romana nel corso di questi anni. Nelle ultime tre annate è terminata due volte seconda (una volta nel girone E e un'altra nel girone F) e terza nell'ultima annata appena trascorsa nel girone F.

Torna nel Girone G dopo tre anni dall'ultima volta, campionato terminato al quarto posto. 

L'allenatore del Trastevere è Mauro Venturi, subentrato a campionato in corso in seguito all'esonero di Franco Cioci, avvenuto a metà novembre dopo quasi quattro anni sulla panchina romana, fu decisiva la sconfitta di misura in quel di Cassino.

Dove gioca il Trastevere le partite casalinghe?

Il Trastevere giocherà le sue partite casalinghe allo Stadio Trastevere Stadium (già stadio Vittorio Bachelet) sito al centro di Roma, all'interno dello storico parco cittadino di Villa Doria Pamphilj, in cui, secondo la tradizione si tenne la prima partita di calcio a Roma nel 1892. Lo stadio può contenere circa 1200 spettatori.

La formazione tipo del Trastevere:

Semprini, Rosati, Andreoli, Galofaro, Santovito, Giordani, Mastropietro, Crescenzo, Alonzi, Tortolano, Ricci. All. Mauro Venturi

Il periodo di forma del Trastevere:

Ai nastri di partenza, i capitolini risultavano tra le pretendenti nella conquista di qualcosa di significativo, si attendeva quel salto di qualità che nelle stagioni passate è venuto a mancare. L'inizio in sordina (solo 2 punti nei primi 5 incontri) ebbe come conseguenza la breve parentesi positiva, tra cui la buona prestazione proprio a Cava de' Tirreni cui, però, portò solo tanta autostima a causa della prima rete di Federico Piovaccari. L'unica vittoria esaltante al "San Francesco" di Nocera, uno 0-3 degno di nota rifilato ai rossoneri nell'ultima gara esterna dell'anno. In seguito la sola altalena, cui i trasteverini ci hanno abituato sin qui: 2 vittorie e 2 sconfitte in questo 2024, nel mezzo il pari nel derby col Flaminia tra le mura di casa. In Coppa, il cammino si è concluso a metà dicembre con la debacle ai calci di rigore con un'altra laziale del Girone, la Cynthialbalonga.

Tra le mura amiche il rendimento è piuttosto equilibrato: solo 15 punti raccolti in 11 gare disputate frutto delle 4 vittorie e delle altrettante sconfitte.  In trasferta, nonostante l'ultimo successo col fanalino di coda (Budoni), il Trastevere non gode di uno score significativo.

Venti giorni di stop per la banda di mister Venturi: difatti la sosta del Torneo di Viareggio ha avuto seguito anche nella settimana successiva, una vera e propria arma a doppio taglio in vista del match con la capolista Cavese. Una particolare attenzione per la difesa aquilotta, potrebbe essere il classe '93, Daniele Crescenzo a quota 8 reti nella classifica dei top-scorer del Girone.

Sarà comunque una sfida intensa, si spera dinanzi ad una bella cornice di pubblico: un match fondamentale per entrambe, molto probabilmente primo croce-via della stagione delle protagoniste in campo.