Tre punti al cardiopalma firmati Simone Addessi. Riviviamo il match dell'andata

Riviviamo il match dell'andata tra Ostiamare e Cavese deciso da una doppietta di Simone Addessi, siglata negli ultimi minuti della gara
29.02.2024 19:19 di Ugo D'Amico Twitter:    vedi letture
Tre punti al cardiopalma firmati Simone Addessi. Riviviamo il match dell'andata

Una doppietta di Simone Addessi regala alla Cavese una vittoria pesantissima nei minuti di recupero contro l'Ostia Mare: allo stadio "Anco Marzio", gli aquilotti ribaltano la squadra di casa nei minuti finali e restano in vetta solitaria nel girone G con 18 punti nella settimana che porterà al derby contro la Nocerina.

Rispetto al match di domenica scorsa contro il Trastevere, Cinelli ne cambia tre: il tecnico opta per il tandem Felleca-Chiarella ed inserisce dal 1' Ospitaleche in luogo di Sette. Gli aquilotti partono bene: al 4' cross dalla sinistra di Derosa, colpo di testa debole di Chiarella, parata di Morlupo. Due minuti più tardi c'è un tiro-cross pericoloso di Felleca dalla linea di fondo, Morlupo smanaccia tempestivamente. Al primo affondo però l’Ostia Mare si porta in vantaggio con un fendente rasoterra di Cardella che con il mancino dal limite dell’area non lascia scampo a Boffelli, rimasto immobile nella circostanza. Al 10' è vantaggio locale. La Cavese inizia a fare fatica nel costruire azioni e per buona parte della prima frazione non riesce a sfondare tra le maglie dei difensori di Perrotti. Al 26' c'è una punizione dalla distanza calciata da Cardella ma nessun problema per Boffelli che blocca. Un minuto più tardi Cicarevic va in assolo, ubriaca di finte diversi calciatori della Cavese e va al tiro dal limite: sinistro che si perde alto sopra la traversa. Continua il forcing dei padroni di casa ma la partita cambia quando al 40’ l’arbitro giudica da simulazione la caduta di Cardella in area dopo un contrasto con Magri: il goleador dell’Ostia riceve la seconda ammonizione e lascia i suoi in 10 uomini. Nonostante l'inferiorità numerica, c'è una punizione chirurgica calciata da Pasqualoni, pallone diretto all’incrocio dei pali che viene respinto miracolosamente da Boffelli alla sua sinistra. All'intervallo è 1-0 per i padroni di casa.

Ad inizio ripresa, Cinelli decide di cambiare per provare a sfruttare la superiorità numerica, mandando in campo Addessi e Piovaccari per Konate e Magri, facendo così ritorno al 4-2-3-1. Al 49' colpo di testa di Tomas per i padroni di casa sugli sviluppi di corner da sinistra, pallone sopra la traversa. Risponde dopo qualche minuto Troest alla stessa maniera, ma il colpo di testa del danese termina di poco a lato. Al 55' Felleca viene messo giù da Sbardella e l'arbitro indica il dischetto. Dagli undici metri si presenta lo stesso numero 10 aquilotto ma calcia debolmente e centrale, facendo esaltare Morlupo che blocca a terra e mantiene il risultato sull'1-0. La Cavese spinge alla ricerca del pareggio che troverebbe allo scoccare dell'ora di gioco con Antonelli sugli sviluppi di angolo ma l'arbitro ravvede un fallo dello stesso centrocampista metelliano. Reagisce però la squadra di Perrotti che sfiora il 2-0 con Icardi ma bravo Boffelli nella circostanza a respingere e allontanare il pericolo. Azioni da una parte e dall'altra e Cavese nuovamente vicina al pareggio: tiro di Addessi dal limite dell'area e Morlupo si distende a mettere in calcio d'angolo. Ci riprova nuovamente Icardi, dopo essere liberato di Troest con una rouleta ma Boffelli c'è. Al 70' inizia il forcing aquilotto ma sale in cattedra Morlupo: prima blocca un tiro di Felleca, poi interviene in modo determinante sul sinistro di Chiarella da dentro l'area di rigore e mette in angolo. Dopo la mezz'ora però gli aquilotti pervengono al pareggio in maniera rocambolesca: Addessi dalla trequarti, imbrocca un tiro-cross che scavalca Morlupo e si insacca sotto l'incrocio dei pali, rimettendo il punteggio in equilibrio.

Il gol del pari è linfa vitale per gli aquilotti che vanno a caccia dei tre punti nei minuti finali: Piovaccari all'81' ha una grande chance ma è decisivo Sbardella in scivolata ad evitare guai per l'Ostia Mare. Un minuto più tardi ci riprova Felleca ma il suo destro dal limite si perde di poco alla destra di Morlupo. La squadra di casa non ci sta e reagisce nuovamente: Buono va al tiro dalla distanza ed una deviazione per poco non inganna Boffelli, pallone che finisce in calcio d'angolo. Gli ultimi minuti sono un assalto metelliano alla porta avversaria: al 90' c'è un colpo di testa imperioso di Piovaccari su cross di Urso ma Morlupo non si fa sorprendere. Nel terzo minuto di recupero, la Cavese completa la rimonta e ci pensa ancora una volta Addessi a trovare il guizzo vincente con un sinistro che si perde sotto la traversa e regala il gol che vale i 3 punti per gli aquilotti. Al triplice fischio è festa blufoncé: la squadra di Cinelli mantiene la vetta solitaria della classifica e arriva al derby nel migliore dei modi possibili.

IL TABELLINO

OSTIA MARE (3-5-2): Morlupo; Pasqualoni, Sbardella (87’ Pompei), Tomas; De Crescenzo (80’ Casazza), Sardo (60’ Maura), Icardi, Buono, Pozzi; Cardella, Cicarevic (52’ Mencagli).

A disp.: Valori, Plini, Giusti, Simonelli, Ferrari. – All. Fabrizio Perrotti.

CAVESE (3-5-2): Boffelli; Troest, Magri (46’ Addessi), Derosa; Cinque, Antonelli (66’ Zenelaj), Konate (46’ Piovaccari), Ospitaleche (58’ Urso), Collura (80’ Sette); Felleca, Chiarella.

A disp.: Ascioti, Polanco, Fraraccio, Buschiazzo. – All. Daniele Cinelli.

Arbitro: Dario Acquafredda di Molfetta (ass.: Melnychuk-Scafuri)

Marcatori: 10’ Cardella (O), 75’ e 93’ Addessi (C)
Ammoniti: Konate (C), Ospitaleche (C), Cardella (O), Chiarella (C), Buono (O), Addessi (C)
Espulsi: 40’ Cardella (O) per somma di ammonizioni.

Note: partita disputata a porte chiuse. Al 56’ Felleca (C) fallisce un calcio di rigore, parato da Morlupo.